Magliette municipali con logo Italo Belga. Chi sapeva?

Chiara, October 26th, 2010

25 ottobre 2010 – Da cittadini e da cronisti non ce ne eravamo accorti. E questo già la dice lunga.

Ci voleva Report, grazie sempre Gabanelli, per aprire i nostri occhi e imporci quella soglia di attenzione che talvolta sembra abbandonarci pericolosamente. Specie sotto il sole dell’estate che riscalda la spiaggia più bella d’Italia, Mondello. La caraibica Mondello, come sottolineava ieri sera il servizio di Rai3.
Allora, il tema è la gestione delle spiagge in Italia, canoni d’affitto (ridicoli), tempi di concessione (nel nostro caso quasi secolari), regole (poche ma a tutto favore dei gestori), introiti (molto interessanti).
Tema nel tema il logo Italo Belga sulle divise della polizia municipale in servizio sul lungomare. Il direttore dell’assessorato regionale preposto non lo sapeva, il comandante della Polizia urbana municipale lo sapeva ( “Normale, che male c’è ad avere sponsor?), il vigile urbano intervistato lo sapeva e si vergognava.
Telecamere basse, imbarazzo, farfugliata. Una vergogna altamente condivisa da casa.
“Tutto in questa borgata parla Italo Belga. – continuava Report – La spiaggia, lo stabilimento, l’acqua, i lampioni, i bar, i ristoranti, i lettini, gli antichi manufatti sulla spiaggia (uno è stato gentilmente “concesso” alla Polizia municipale), i tombini, l’inferriata…”
Che dire? Se Mondello è uno stato Italo Belga, è normale che i nostri vigili diventino guardie di quello stato.

di Claudia Mirto
italo_belga

http://palermo.blogsicilia.it/magliette-municipali-con-logo-italo-belga-chi-sapeva/11769/